Sempre di più

Anno dopo anno in ogni parte della Svizzera vengono effettuate sempre più transazioni con più carte di credito. Gli svizzeri usano la carta più frequentemente di molti altri europei. Sul posto e, grazie alla notevole diffusione dei computer, anche online.

In fatto di moneta cartacea la Svezia è all’avanguardia. Innanzitutto le prime banconote ufficiali d’Europa sono state emesse nel 1661 dalla Banca di Stoccolma e in secondo luogo nessun altro paese si mostra altrettanto determinato nell’abbandonare il denaro contante. Sempre più banche, negozi e ristoranti non accettano più i contanti. Nei pagamenti senza contanti i cittadini elvetici non sono ancora così avanti, ma per quanto riguarda le carte di credito la popolazione svizzera si colloca nella media alta in Europa. In uno studio dell’Università di San Gallo si prevede che sin dalla fine del 2017 in Svizzera ogni adulto sarà in possesso di una carta di credito.
Avanti

Ben oltre sei milioni

Secondo la Banca nazionale svizzera, a giugno 2015 sul territorio nazionale si contavano oltre 6,0 milioni di carte di credito. La crescita ha preso slancio e si riscontra un forte aumento. 

Più transazioni, importi inferiori

Dal 2012 le transazioni effettuate con la carta di credito registrano tassi di crescita a due cifre. I pagamenti con la carta sempre più spesso sostituiscono i contanti, anche per piccoli importi. La carta di credito viene ormai impiegata per cifre sempre più basse, una tendenza destinata a proseguire in futuro grazie al pagamento senza contatto e pagamento senza contatto da cellulare.